Quando la canna fumaria non tira e fa fumo…

Ogni canna fumaria è fine a se stessa, non ne esiste una di uguale, ognuna ha la sua particolarità ed è influenzata da vari fattori interni e anche esterni. Questa moltitudine ha una sua percentuale negativa e cioè il tiraggio non ottimale della canna fumaria, questo crea il fastidioso problema del ritorno dei fumi che invadono l’ambiente.

Prima di continuare nella lettura dell’articolo, dai uno sguardo a quello che si vede in giro: una raccolta foto di alcune installazioni.

Clicca l’immagine qui sotto:

 

Per risolvere il problema fumo della canna fumaria molto spesso è sufficiente installare un aspiratore di tipo eolico il quale corregge e aumenta il tiraggio.

Nei casi più complessi invece l’aspiratore eolico non è sufficiente per estrarre i fumi, in questo caso si ricorre ad un aspiratore di tipo elettrico

Esistono moltissimi aspiratori elettrici, ma pochi di questi soddisfano parametri essenziali per un buon acquisto. Oltre alle caratteristiche proprie dell’aspiratore, assistiamo purtroppo a delle vere e proprie installazioni assurde e spesso pericolose.

Vedi ad esempio posizionamenti di aspiratori di tipo quadrato su canne fumarie di tipo tondo: VIDEO

A tal proposito un tecnico del settore ci ha trasmesso questa carrellata di immagini INSTALLAZIONI ASSURDE e IMPOSSIBILI in questo documento, non troviamo solo brutture di tipo estetico, ma anche statico ! Infatti come riporta il tecnico, NON possiamo installare su di una canna fumaria tonda un aspiratore di tipo quadrato dal peso di oltre 20 kg !

Notiamo appunto l’esigua stabilità dello stesso, quindi la sua pericolosità, tanto da dover ancorare l’aspiratore con dei cavi e tiranti di acciaio affinché  non precipiti assieme alla canna fumaria !

Abbiamo potuto testare diverse tipologie di aspiratori, le caratteristiche essenziali cui tenere conto sono:

  • Peso: deve essere leggero, sia per la sua installazione di solito il tetto, per manutenzione o riparazione. Inoltre un peso eccessivo grava sul condotto della canna fumaria compromettendone la stabilità e sicurezza
  • Rumorosità: deve essere silenzioso, diversi modelli sono molto rumorosi: ASCOLTA QUI  non solo un forte rumore all’esterno, ma risuona anche all’interno del condotto amplificando il suono con un effetto fastidioso che si trasmette all’interno del locale, anche dai vicini arrivano lamentele, alcune sfociate in vere e proprie denunce per disturbo della quiete
  • Basso Consumo: molti aspiratori consumano troppa energia elettrica alzando in maniera considerevoli i costi in bolletta
  • Aspirazione Ottimale: molti aspiratori hanno un numero di giri impressionante, tanto da estrarre immediatamente quel calore che invece dovremo tenere all’interno del locale per il maggior tempo possibile (vedi come trasformare una pittura in termo-riflettente)
  • Doppio-Uso: quanto spento e/o non funzionante l’aspiratore deve garantire ugualmente un tiraggio seppur minimo è preferibile scegliere un aspiratore che funzioni anche quando è spento utilizzando la forza del vento (eolico-elettrico)

Molti venditori affermano che l’aspiratore è silenziosissimo e consuma poca energia, ma non è vero, basta vedere i video per rendersene conto di persona !

Proviamo a fare un confronto, riportando i dati nella tabella qui sotto, tra un aspiratore standard e uno specializzato che rispecchia le caratteristiche qui sopra citate, la differenza tra i due non lascia spazio a dubbi, lascio quindi al lettore trarre le proprie conclusioni.